Costruire per il radon

Costruire semplicemente nuove strutture non basta per proteggersi dal gas; quello che bisogna fare, piuttosto, è costruire per il radon e mitigare così la presenza di una minaccia invisibile ma concreta.

La continua esposizione al gas radon, infatti, in Italia costituisce la seconda causa di tumore ai polmoni; si tratta quindi un elemento cancerogeno su cui vale pena investire al fine di tutelare se stessi e la propria famiglia.

Di seguito si propongono alcune tecniche innovative in materia di edilizia da apportare agli edifici, meglio se in costruzione, per proteggerli dalle infiltrazioni del gas.

Costruire per il radon: le membrane

Costruire per il radon utilizzando le membrane vuol dire disporre un attacco a terra isolante che abbia, tra le altre, la funzione di barriera antiradon.

La messa in opera delle membrane ostruisce l’emissione del gas dal terreno, ossia dal primo punto d’ingresso del radon, ma per valutare quanto questi rivestimenti siano effettivamente efficienti in tal senso sarà necessario verificare due valori particolari indicati tra le specifiche del prodotto.

  • Il coefficiente di diffusione o permeabilità al radon: la capacità del materiale di opporsi al passaggio del gas.
  • La trasmissibilità o trasmittenza al radon: quanto il prodotto può trasmettere il gas.

È bene precisare che, generalmente, il secondo valore è strettamente collegato allo spessore del prodotto.

Un altro criterio di valutazione da tenere in considerazione dovrebbe essere la resistenza alle basse temperature. Le membrane, infatti, vengono acquistate in rotoli e se perdessero flessibilità per via del gelo rischierebbero di spaccarsi in fase di adagiamento sul terreno.
In altre parole, si creerebbero delle crepe da cui il radon potrebbe entrare, inficiando così la capacità di permeabilità del materiale.

Tali rivestimenti possono essere adoperati sia nelle nuove costruzioni sia nel corso di interventi di ristrutturazione o risanamento che prevedano però il ripristino della pavimentazione di tutta la zona interessata.

Costruire per il radon: le membrane a omega

Tra le membrane in commercio per costruire per il radon ne esistono alcune particolari per via della loro forma. Sono composte da due strati agganciati tra loro mediante una struttura ad alta tenuta (detta a coda di rondine o a omega) su cui è possibile adagiare angolari perforati che consentono l’inserimento di tubi allocati appositamente per favorire la fuoriuscita di sostanze gassose verso l’esterno.

Oltre a fornire una barriera efficiente per il radon, un sistema di questo tipo risulta utile anche per altri scopi, alcuni dei quali sono:

  • Isolare il pavimento per attutire il rumore del calpestio sia sui pavimenti che sulle scale.
  • Favorire la deumidificazione di pavimenti e pareti veicolando l’umidità verso l’esterno sotto forma di vapore.
  • Rendere impermeabili i balconi, i terrazzi e le pareti esterne continuamente esposte all’azione degli agenti atmosferici.
  • Proteggere le strutture in cemento armato poste a diretto contatto con il suolo, come piscine, fondamenta o edifici sotterranei di varia natura.

Costruire per il radon: la messa in opera delle membrane

 Le barriere al radon sotto forma di membrana possono essere disposte sia in piano che in verticale, quindi sulle pareti (soprattutto in caso di locali interrati) e devono essere utilizzate in associazione ad altri strati impermeabili, diversi a seconda della tipologia delle fondazioni e della modalità di impermeabilizzazione delle stesse.

Per quel che riguarda la posa delle membrane in orizzontale, inoltre, la superficie dovrà essere quanto più possibile liscia e uniforme; in caso contrario si dovrà prima livellare il terreno interessato.

In ogni caso, questi tipi di rivestimenti da soli non bastano, per assicurare la loro efficacia come barriere si dovranno sigillare le giunture con materiali compatibili con il tipo di membrana scelto.

Costruire per il radon: altre soluzioni e Radon Check

La messa in opera di membrane non è l’unica soluzione alla diffusione del gas per chi vuole costruire per i radon. Esistono, infatti, altri sistemi di mitigazione  altrettanto efficaci anche se, bisogna sottolineare, la presenza del radon in un ambiente chiuso può essere solo mitigata e non eliminata.

Proteggiti anche tu dagli effetti nocivi del gas radon!

Contattaci subito  e procederemo a misurazioni puntuali per stabilire la concentrazione di radon nei locali che tu o la tua famiglia frequentate e, eventualmente, potremmo proporre strategie atte a ridurre la concetrazione.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi