Misurare il radon in casa

L’inquinamento ambientale può derivare da un numero indefinito di fonti. Alcune non sono riconoscibili, altre non sono evitabili, ma su altre ancora, come il radon, si può intervenire al fine di ridurre in maniera determinante i rischi per la salute.

Poter misurare il radon in casa o sul luogo di lavoro vuol dire avere la capacità di individuare un gas di cui è impossibile avvertire la presenza attraverso i sensi, in quanto non ha colore, odore e sapore.

È inoltre radioattivo e, in quanto tale, costituisce una minaccia concreta per il benessere fisico, soprattutto per quel che riguarda le vie respiratorie.

In un ambiente chiuso la presenza del radon varia costantemente sia con l’alternarsi delle stagioni che con l’avvicendarsi del giorno e della notte. In particolare, si è notato che la concentrazione del gas aumenta in inverno e dopo il calar del sole.

misurare il radon in casa

Misurare il radon in casa: il dosimetro

 L’unico strumento che la legge riconosce per misurare il radon in casa o in un luogo chiuso è il dosimetro: un dispositivo dal costo contenuto che determina la concentrazione media di radon in un dato luogo e per uno specifico arco di tempo.

Nel dettaglio, il dosimetro viene usato per rilevare le tracce di radon in un periodo di 12 mesi suddiviso in due semestri (o in alternativa in un trimestre e nove mesi).

Le radiazioni rilasciate dal radon sul dosimetro determineranno la concentrazione media del gas nel luogo posto in analisi, ma saranno visibili solo al microscopio dopo essere state adeguatamente trattate in laboratori specializzati e autorizzati.

Misurare il radon in casa: Radon Check offre un servizio unico

Purtroppo, quando si parla di rischi per la salute il tempo è tiranno ed è più che comprensibile il timore diffuso che 12 mesi siano troppi per individuare un eventuale pericolo in casa.

Per questo Radon Check ha messo a punto un sistema di misurazione della concentrazione del radon diverso perché più rapido, più preciso e altrettanto affidabile.

Saranno sufficienti pochi giorni e potrai consultare i valori medi e di picco per le fasce orarie e vedere la relazione con pressione, umidità e temperatura.

Per misurare il radon in casa Radon Check ha scelto un’azienda leader nella produzione di particolari strumenti per la rilevazione del radon in continuo. Si tratta di apparecchiature più costose degli obsoleti dosimetri ma notevolmente più evolute, affidabili e sopratutto rapide.

Il funzionamento di tali strumenti si basa sul principio del monitoraggio continuo attraverso un campionamento dell’aria e un conteggio delle radiazioni emesse dal radon in essa contenuto utilizzando un sistema a quattro camere di ionizzazione.

Perché Radon Check si è affidato ad una realtà imprenditoriale attiva dall’altra parte dell’oceano?

Per via del fatto che nel Nord America il problema del radon è ben noto e diffuso; basti pensare che al momento negli Stati Uniti una soluzione abitativa con una concentrazione di radon superiore a 150 Bq/m3 risulta piuttosto difficile da vendere.

Misurazione radon in casa - Corentium

Misurare il radon in casa: dove posizionare l’apparecchiatura

 

Per misurare il radon in casa o negli ambienti di lavoro, sarà sufficiente posizionare lo strumento nei locali più frequentati (solitamente camere da letto e soggiorno) e osservare un comportamento dettato da uno specifico protocollo chiamato “Protocollo edificio chiuso” creato dall’ E.P.A. .

Anche se tenuti per periodi prolungati vicino all’uomo, infatti, gli strumenti predisposti alla misurazione del gas, non rappresentano un rischio, in quanto non emettono sostanze dannose per l’organismo o radiazioni.

Misurare il radon in casa: cosa fare in caso di inquinamento

 È bene sottolineare che il gas radon non può essere eliminato del tutto ma solo mitigato attraverso diverse tipologie di interventi; alcuni dei quali invasivi in quanto prevedono lavori di natura strutturale per l’impianto di sistemi di areazione o di drenaggio.

Di seguito le azioni da mettere in pratica per ridurre la concentrazione di radon:

  • Areare costantemente sia gli ambienti interessati dal problema che quelli confinanti;
  • Sigillare le vie d’ingresso del gas;
  • Areare quanto più possibile cantine e vespai (ossia le camere d’aria poste in opera per isolare gli edifici dall’umidità);
  • Aspirare l’aria dai pavimenti o dal sottosuolo con intercapedini, canaline o tubi di drenaggio appositi.

Per altre informazioni o per avere una consulenza

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi